l’India è appena diventata uno stato totalitario con poteri di censura incontrollabile!

L’India ha appena messo in atto una serie di leggi censorie che consentono al governo di bloccare arbitrariamente l’accesso a siti web che … beh, questo è il problema, perché le nuove leggi sono così vaghe che potrebbero essere applicate a quasi ogni sito.

Le nuove leggi regolano in modo proattivo la ricerca e censurano tutto ciò che è discutibile, denigratorio, offensivo, blasfemo o odioso. Pensate a queste parole per un secondo. Discutibile. Per chi? Qualcosa non può essere sgradevole se non è misurato contro qualcosa. Così la nuova legge mette in atto una sorta di moralità centrale contro i siti che non possono essere misurati in base a nulla se non a discrezione delle autorità censorie. Forse l’India vuole solo promulgare una legge che rende illegale i siti non graditi al governo?
Questo tipo di censura coperta è una forma di totalitarismo che dimostra la determinazione dell’India a usare  Internet non per sfidare lo status quo, ma per proteggerlo ulteriormente.

FARE GLI INDIANI!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.