Il clima sarà per sempre la nostra più grande risorsa.

Spesso ci capita di chiederci cosa sta succedendo al nostro clima e alla nostra terra. Le stagioni sembrano non esistere più, sempre più sovente accadono fenomeni di grandiosa entità che possono anche tramutarsi in terribili sciagure, come purtroppo è successo in Abruzzo.
Le persone si domandano che fine abbia fatto il ciclo regolare del tempo.
Per l’uomo è impossibile rimanere indifferente a quest’argomento poiché l’enorme cambiamento che è in atto ormai da anni sta causando problemi non solo all’essere umano in termini di condizioni di vita e di salute ma anche rispetto a tutti gli ambiti economici e sociali.
Tutto ciò che viviamo è strettamente collegato anche se a volte noi non ce ne accorgiamo e cerchiamo di sottrarci alle nostre responsabilità individuale che se rispettate nel nostro piccolo possono fare molto.
Migliaia di scienziati e studiosi stanno analizzando i mutamenti climatici e i segni che il territorio ci mostra. Le risposte e i risultati fin ora raggiunti sembrano essere molto chiari: l’uomo è responsabile dei problemi climatici che sta subendo ma la soluzione sta nel cambiare il suo atteggiamento e la sua attenzione rispetto alla natura.
Si è sempre detto che la prevenzione è l’arma migliore per curare e sarebbe l’ideale riuscire a collocare questa frase in tutti gli ambiti della vita.
Una diversa politica di rispetto per l’ambiente e una migliore comunicazione ed educazione rispetto alla salvaguardia dell’ambiente potrebbero essere la risposta al SOS che ci sta inviando la natura, dobbiamo lottare per quello che abbiamo!
Il continuo e sempre maggiore scioglimento dei ghiacci, l’innalzamento del livello del mare che sta coprendo molti litorali e mettendo a rischio vite umane e animali, il riscaldamento climatico, il buco dell’ozono, questi sono solo alcuni dei problemi che dobbiamo assolutamente iniziare a fronteggiare.
Sicuramente non ci si può aspettare un repentino cambiamento del nostro stile di vita basato sul consumo ma grazie a piccoli e quotidiani gesti, sostenuti dalle istituzioni pubbliche e dagli organi delle nostre città, sarà più semplice cambiare punto di vista sull’importanza di quello che ci circonda.
Le meravigliose stagioni, gli scenari naturali spettacolari sono i tesori più grandi che abbiamo e come tali dobbiamo preservarli e salvaguardarli perché sono la nostra certezza e sicurezza del presente e sono un bene da donare al nostro futuro e a chi ci seguirà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.