L’inutilità del futuro nella società dell’immagine…

3

L’evoluzione contemporanea della società è la società dell’immagine;intesa come superamento edonistico della società di mercato.Quello  che per quasi due secoli ha modellato il nostro agire,diviene obsoleto,con le sue libertà

incondizionate e incondizionabili e la società di mercato ha prodotto uno schema che annulla quasi completamente la nozione di futuro,la tensione umana verso l’ignoto della vita che sarà.Il futuro è inutile,poichè la pianificazione,prima dell’ambito economico  poi quella di tutti gli ambiti

umani giustifica la perdita di fede,la speranza che svnisce con l’impossibilità di essere artefici di ciò che sarà.Quindi l’immagine,rappresentazione materialistica della vita diviene la nuova fede,l’uica  luce verso cui rivlgersi,il verbo dal quale imparare;la speranza oltre tutte le complicanze della vita;

si carica così di aspettative e illusioni lontane dalla realtà che comporteranno una scissione col mondo naturale e tutti i sentimenti che verranno orientati verso l’ultimo e ambito fine l’apparire.Oggi,poi,con la recente rivoluzione mediatica,apparendo divengo parte del mondo che esiste e si costituisce solo in funzione di quello che sono, pedendo il ragionamento come inutile dispendio di forze.

Così il futuro diviene inutile,poichè non esistente adesso,ed essendo l’incompiuto a cui non si avrà mai parte,l’esistenzialismo forzato che questo apparire porta con se non è altro che la paura di non essere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.