Botta e risposta PREVIDI-REMONDINA: Bene ha fatto il presidente a punzecchiare i gialloblù ma prevedibile e giusta anche la difesa del mister ai suoi…

BOTTA&RISPOSTA PREVIDI-REMONDINA: Venerdì scorso, prima di PORTOSUMMAGA-HELLAS VERONA, il presidente intervistato al telefono si dichiarava deluso dal rendimento dei 3 cardini su cui aveva puntato per rifondare le sorti della compagine scaligera. SIBILANO era stato appiedato quasi subito da infortuni a ripetizione fino a quello che l’aveva levato dai giochi probabilmente per il resto del campionato (più o meno come nella scorsa stagione), CORRENT aveva reso appena sufficientemente e addirittura BELLAVISTA, solitamente sempre generoso e combattivo, non aveva portato ai giovani quelle doti di determinazione e carattere che in terza serie fanno la differenza. Sui giovani invece, poco da dire, avevano reso nella norma considerato il fatto che appunto erano giovani e stavano ‘imparando il mestiere’ in una piazza esigente e passionale come quella di VERONA. A queste dichiarazioni ribatteva da par suo mister REMONDINA, difendendo a spada tratta la squadra tutta ma sopratutto i veterani; normale, a suo dire, le prestazioni altalenanti dei ‘vecchi’, sopratutto ad inizio campionato e sopratutto analizzando ‘solo’ 10 partite…CORRENT e BELLAVISTA avranno sicuramente tempo e modo per rifarsi.

Inizio subito col dire che tendenzialmente sono dalla parte di Nardino: Gira e rigira in campo ci vanno i giocatori e le gare con PERGOCREMA (per 3/4 di gara), RAVENNA (per tutto il secondo tempo almeno), REGGIANA e PORTOGRUARO (per quasi tutta la partita) hanno mostrato un HELLAS pavido, rinunciatario, timido ed a tratti svogliato. La cosa ha fatto giustamente incavolare i tifosi gialloblù che quasi tutto perdonano tranne il non dare tutto in campo facendo il massimo per superare l’avversario…Atteggiamento sbagliato da parte della squadra, mentalità da cambiare, ‘animus pugnandi’ da recuperare assolutamente (fino alla partita contro la CREMONESE inclusa questi atteggiamenti s’erano pur visti!) tutte belle chiacchiere fino ad ora ma poi sul campo la musica cambia: gambe molli e cuori tremanti davanti ad avversari che sembrano avere le bave alla bocca e corrono al doppio di noi mettendo sull’erba una carica agonistica che a noi sembra incredibile in questo momento ma è invece normale! Noi siamo l’HELLAS VERONA! Siamo la squadra più ‘nobile’ del girone! Quella che una volta strabiliava anche in Europa si piazzava fra le prime 5 in Italia e vinceva addirittura lo scudetto! Tutti contro di noi danno il 110% per dimostrare di esserci all’altezza e quando le cose non girano con chi te la vuoi prendere se non con i ‘senatori’? Con chi se non con capitano e vice sapendo di poter contare sul loro carattere e voglia di rivalsa? In effetti qualche dubbio l’avevo avuto a proposito della tempestività e dell’opportunità sulle dichiarazioni di PREVIDI, dato il ‘particolare’ momento che sta attraversando la squadra scaligera, ma tutto considerato credo che il sanguigno e diretto artefice del ‘PROGETTO-VERONA’ abbia puntato tutto sul carattere dei senatori (in particolare di quelli che a suo parere hanno maggiori doti per sopportare questo affondo della dirigenza) per risollevarsi da una abulimia che si trascina ormai da 4/5 gare. E REMONDINA? Beh il mister ha fatto semplicemente quello che il suo ruolo gli impone! Ha difeso in una volta la ‘sua’ squadra, le sue scelte e anche sè stesso dalla tirata d’orecchi del presidente che, da uomo equilibrato e accorto qual’è, prima di esternare così pesantemente e ‘chirurgicamente’, si sarà accordato con l’allenatore…Sarei pronto a scommetterci!

Contributi filmati dal TGGialloblù:
MANCINELLI: OUT UN MESE
TIBONI: ZERO OCCASIONI DA GOL
PREVIDI: L’INTERVISTA INTEGRALE
PREVIDI: SONO DELUSO
MIO: VOLEVAMO IL VERONA

PORTOGRUARO-VERONA: IL SERVIZIO
PORTOGRUARO-VERONA 0-0: LA SINTESI
REMONDINA: DOBBIAMO FARE MEGLIO
BELLAVISTA: IL GOL LA SVOLTA

NELL’ITALIA DELL’INDULTO, dove la certezza della pena non esiste, basta un po’ di pazienza ed un bravo un avvocato e tutto si risolve: ‘Lucky’ Luciano GAUCCI ex Presidente del PERUGIA CALCIO, indagato per bancarotta fraudolenta, non è più ricercato…«Bene» – ha dichiarato l’ex latitante dal suo esilio dorato a SANTO DOMINGO – «ora potrò tornare in ITALIA!»…Grazie Ciano! Aspettavamo tutti con ansia il tuo ritorno…Le tue ‘perle’ post-partita…Le tue ‘santissime’ lotte per promuovere a colpi di carta bollata una squadra retrocessa sul campo! Avanti così che andiamo bene! D’altronde solo in ITALIA, tra gli stati democratici ed in un periodo in cui abbiamo assistito al crack PARMALAT (che guardacaso ha piano piano eliminato il PARMA CALCIO dalle sfere alte dell’arte pedatoria nostrana e coinciso con la lenta decadenza dell’HELLAS) seguito a ruota da quello CIRIO fino ad arrivare alle attualissime e tristemente note vicende economiche, esiste la depenalizzazione del falso in bilancio no? Siamo troppo più avanti degli altri! Talmente avanti che guardando indietro vediamo il futuro! Vuoi vedere che anche quella su MOGGI era tutta una montatura?

ALTRE NEWS: MANCINELLI, infortunatosi la scorsa Domenica (ne avrà per 3/4 settimane) ed intervistato ha proposito del botta&risposta fra PREVIDI e REMONDINA, non prende ovviamente una posizione netta ma si sente ‘ferito’ dalle dichiarazioni del presidente. E’ pronto insieme a veterani e giovani a dare ancora di più di quanto ha dato fin’ora ma è sicuro di non aver niente da rimproverarsi, al pari di CORRENT e BELLAVISTA, per quanto riguarda l’inserimento dei nuovi e dei giovani in seno a CORTE PANCALDO. «Solo chi frequenta lo spogliatoio» – aggiunge Marco – «sa quanto ho lottato e mi sono sacrificato per spiegare ai ragazzi appena arrivati quanto pesi in termini di responsabilità la maglia che portiamo e quanto rappresenti un onore giocare per l’HELLAS VERONA»…NUMERI IMPIETOSI, 10 partite, 11 punti, 2 vittorie, 5 pareggi, 3 sconfitte, 6 gol fatti e 8 subiti, ovvero peggior attacco del girone e terza miglior difesa (in coabitazione): i numeri non mentono mai e rispecchiano impietosamente la mediocrità della squadra gialloblù. GIRONE MAI COSI’ EQUILIBRATO: A 4 punti l’ultima in classifica, un punto dietro la lotta playout, quattro punti avanti la zona playoff. In tante fanno fatica (nella 10^ giornata solo 2 vittorie a fronte di 8 pareggi) ma vincere o perdere un paio di gare porta dalle stelle alle stalle e viceversa…CECCARELLI, ribadisce di essere venuto a VERONA sicuro di poter risalire presto in serie cadetta e che ha trovato la migliore società fra quelle in cui ha lavorato negli ultimi anni. «Serve solamente un po’ di rabbia agionistica in più» – continua Luca – «e la convinzione che siamo una buona squadra, poi tutto migliorerà»…E sono d’accordo con il nuovo ‘pilastro’ della difesa dell’HELLAS: puoi parlare e parlare ma solo i risultati danno convinzione e fiducia necessarie a superare anche avversari tecnicamente superiori (che fino ad ora non si sono comunque visti). AMICHEVOLE: All’antistadio 7 gol al San Zeno, certo che farne qualcuno in più in gare ufficiali…’Sorpresa’ ANACLERIO dietro le punte al posto di PAROLO, hanno lavorato a parte DA DALT, MORACCI e SCAPINI. RECORD ESPULSIONI: CADREGARI, tecnico del LECCO, in corsa per il record…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.