?? successo ci che attendevo da tempo, Google ha diminuito il PageRank a molte realt italiane e straniere, queste pesanti penalizzazioni dovute al fatto che tali blog vendessero link con lo scopo di vendere PageRank (un po come i link “Ti consiglio” a destra del mio blog) hanno minato l’economia attuale di molti blogger che veramente riuscivano ad ottenere degli ottimi introiti con la vendita di link diretti nell’ordine dei 30-60 euro per link (tranne nel mio caso che guadagno 3,50 euro a link!).

do-what-you-love.gif

Quello che non capisco il perch la maggior parte di sistemi di compravendita di link, ma cos come molti altri sistemi di advertising facciano cieco affidamento su questo PageRank, da stupidi affidarsi ciecamente ad un solo criterio di valutazione, ripeto e rinforzo l’accusa: da perfetti idioti basare il tutto per tutto sul solo PageRank.

Ci sono centinaia di alternative che, per carit, non sono per niente infallibili (molti di queste sono totalmente inutili da sole addirittura), ma se le mettessimo tutte quante insieme per definire un ranking condizionato da una miriade di variabili credo che sia molto pi difficile imbrogliare tale sistema a meno che non ci si metta davvero a taroccare tutti i sistemi del mondo.
Perch dovremmo dipendere da Google? Perch Google dovrebbe decidere quanto dobbiamo guadagnare?

Ci sono Yahoo, Msn, Alexa (vabb lo ammetto deprecabile), Technorati, FeedBurner, Wikio tanto per citarne alcuni.. ma ci sono migliaia di sistemi di valutazione di un sito..Pensate un pochino cosa ne verrebbe fuori se si cercasse di aggregare al meglio questa grande mole di dati.
Inoltre mi prendo la briga di proporre dei singolari metodi di valutazione che spesso vengono totalmente tenuti fuori considerazione:

Perfetta compatibilit con gli standard W3C: al 2007 ci sono ancora centinaia di blog di persone famose addirittura che sotto questo punto di vista fanno cagare, ma fanno cagare ancora di pi quelle persone che dicono che lo standard W3C non buono ed bacato (bene siete tanto bravi proponetevi come debugger/sviluppatori);

E naturalmente perfetta compatibilit del foglio di stile;

Layout fluidi ed estendibili in ambito mobile: Con l’aumentare delle prestazioni di molti computer e delle risoluzioni di molti monitor, la maggior parte di designer disdegna la classica risoluzione 800×600 pixel, mentre molti altri addirittura rendono il loro sito incompatibile a 1024×800 (mia attuale risoluzione). Il mio blog, oltre ad essere abbastanza fluido, pu essere visualizzato anche da Wap, anche con un cellulare vecchissimo, senza quei pallosi servizi esterni di cui si parlato tanto ultimamente, provare per credere (in due modi, con tema sostituito oppure con questo stesso tema privato del foglio di stile);

Malus dopo un certo numero di link che vengono fatti verso un certo sito/blog: un fenomeno noto nella blogosfera, si finisce con il linkare sempre gli stessi blog togliendo autorevolezza a molti altri… io proporrei che linkato un tot numero di volte, in X tempo, un blog dalla stessa persona si cominci ad avere un malus in entrambi le parti, cos non si prende collera nessuno;

Per ora sono i primi punti che cos su due piedi mi vengono in mente, mi piacerebbe sapere la vostra opinione, naturalmente io non sono come gli altri che si mette a linkare alla cazzo di cane ogni singolo blogger qui, qui, qua, la, con, su, per, tra, fra…. se proprio devo linkare qualche notizia che ritengo interessante lo faccio tramite il mio aggregatore, al massimo cito pochissimi link nel caso siano di vero aiuto all’approfondimento della situazione (o proprio quando qualcuno, non facente parte dei piani alti della blogosfera naturalmente, mi chiede via IM mandami un link gli!).

Mi piacerebbe sapere le vostre opinioni, e quali metodi sono pi validi o meno.. insomma fatemi capire un poco che ne pensate e non parlatemi troppo del PageRank, parliamo delle alternative per favore.

Un link lo devo a Blaugh perch ho copiato l’immagine a inizio post.

PS: scusatemi ho notato che compaiono molti collegamenti sponsor nel post, devo sistemare il plugin così fa pena.

Commenti

23 commenti

Overlord · 25 ottobre 2007 alle 22:20

Bhe anche io penso che il pagerank sia un mezzo abbastanza limitato per valutare la qualit di un sito. Si dovrebbero tenere in considerazioni altri paramentri.

ps. Pais da come hai scritto il post mi sono subito accorto che sei di Napoli :D.

Traffyk · 25 ottobre 2007 alle 22:40

Diciamo che mi fa piacere farmi sgamare ๐Ÿ˜€ eheheh

Alex2000 · 25 ottobre 2007 alle 23:07

Ti ho risposto con un post che il discorso un p lungo.
Per mi hai dato spunto per una personale verifica alla mia compatibilit agli standard, mai fatta per pigrizia.

gialloporpora · 25 ottobre 2007 alle 23:41

Uhm, il PR solamente un coefficiente che l’algoritmo di Google usa per dare autorevolezza ad un sito, che poi tutti gli prestino tanta attenzione solamente dovuto al fatto che Google monopolizza le ricerche sul Web.
Nel mio piccolo mi accorgo che l’85% delle visite via Google. Secondo me comunque (ma un parere personale) Google fa bene a diminuire il PR a taluni siti, non che lo fa perch gli stiano antipatici solo si saranno accorti che il mero conto dei link non coincide sempre con la qualit che questi sanno proporre.
Poi i link inseriti su quei siti erano diretti a siti pi o meno di “spam” gli stessi che ogni tanto mi tocca cancellare dai commenti, se non lo faccio, pur non avendo preso un cent dallo spammer, Google me lo abbasserebbe lo stesso. Secondo me, fra l’altro, il PR del mio blog fin troppo alto per quello che offre quindi non mi stupirei affatto se al prossimo riconteggio il PR fosse abbassato.
Ciao

rezcik · 26 ottobre 2007 alle 10:40

Sono completamente OT, me ne rendo conto. Ma ho una richiesta di aiuto. Come lo vedi il feed a questo indirizzo:
http://feeds.feedburner.com/ECosaCiVuoiFare

Con firefox non vedo la stessa pagina che vedo con IE e Opera (quella impostata su feedburner).

Inoltre il feed pare essere aggiornato correttamente, ma ad esempio technorati non fa vedere gli ultimi post anche se mi dice di avere aggiornato un oretta fa.

Qualche consiglio?

Grassie

luigibio · 26 ottobre 2007 alle 12:07

anche io sto riflettendo sulla questione del PR, ancorch non me ne freghi niente.
Ho 2 blog: ingegneriacivile e cappellate.
Il primo ha un numero di link in ingresso assolutramnente ridicolo, eppure dall’anno scorso ha stabilmente PR3. Ci scrivo 1-2 post al mese, non c’ discussione, ma gli argomenti trattati sono risorse molto specifiche. Il traffico costante, ci sono gli adsense con un CTR molto elevato.
il secondo un blog personale, nato su una piattaforma gratuita dove aveva raggiunto PR2 in 2 mesi, da luglio scorso stato trasferito su un server ed ho registrato il dominio (anzi 2). In questo blog, assolutamente personale, non tratto di un argomento specifico, ma scrivo quello che mi passa per la testa, con risultati di traffico crescente, che ritengo soddisfacenti. Ho moltissimi link in ingresso,tuttavia il PR ad oggi non mi stato ancora assegnato. Quello che ho notato che i tools che in rete facevano previsioni sulla assegnazione del PR, fino ad un mese fa, prevedevano 5, mentre oggi, gli stessi tools, rispondono di non essere in grado di fare previsioni. Gli adsense, su questo secondo sito sono assolutamente ornamentali ed i pochi dollari che ne escono coprono le spese per il dominio o poco pi (il poco + va in beneficenza).
La mia logica coinclusione che google ha modificato i parametri di calcolo privilegiando qualcosa piuttosto che qualcos’altro. Forse oggi riesce ad entrare + in profondit nell’analisi di un sito e a capire se un sito che pu ‘fornire informazioni pertineti e dettagliate in un argomento specifico’ o se un sito che ‘fa discussione’, con una logica di penalizzazione per questi.
Il mio approccio quello di non affannarmi a raggiungere alcun risultato, perch sono contento per i risultati di entrambi i blog, nel primo caso perch SO di fornire di qualcosa di utile e ci guadagno anche, nel secondo caso perch ho la possibilit di esprimere quello che penso e di confrontarmi con altre persone.
Per ne traggo ‘forse’ una piccola lezione: chi vuole guadagnare con un blog deve affrontare temi molto specifici e settoriali, che vengono premiati anche nei risultati economici, mentre il modello TELEVISIVO, del blog generalista PAGA meno, forse il PR, oggi, riflette una situazione di questo genere.
saluti

Traffyk · 26 ottobre 2007 alle 15:59

@Alex
Ok vado a leggere subito tra poco, intanto credo che con le pubblicit che utilizzi di Heyos quasi impossibile validare la pagina correttamente, io non ci sono riuscito e ho tolto quel circuito pubblicitario, ma comunque di ogni nuovo circuito mi tocca quasi sempre rivisitare tutto il codice che forniscono che come sempre non validato… spesso inventato a casaccio probabilmente.

@Gialloporpora
Ciao hai perfettamente ragione e ti quoto in pieno ๐Ÿ™‚ Io utilizzando linklift che attualmente esteso ad un mercato italiano posso dire di non essere stato danneggiato da google, ma comunque avendo un misero pr 3 non che ci fosse chiss quale danno ๐Ÿ™‚

@Rezcik
perfettamente normale, ogni browser vede il feed a seconda di come creato, nel caso specifico firefox ha un visualizzatore interno di feed rss quindi non fa vedere la landing page di feedburner, cos come in alcuni casi lo fa anche IE7.
Per il problema technorati ti rimando alla discussione del mio amico Cristiano dove sicuramente capirai che in effetti qualcosa non va:

http://www.cristianofino.net/post/Blogbabel%2c-effetto-valanga-ed-altre-amenit%c3%a0.aspx

@Luigibio
Si lo so, i blog specializzati anche se aggiornati con meno frequenza hanno CTR pi alti e i guadagni vanno meglio dei blog generalisti come ad esempio il mio che un’accozzaglia di tutto e di pi ๐Ÿ™‚ Poi non sono neppure bravo ad integrare al meglio le pubblicit e i risultati scadenti si vedono. In questo primo semestre ho guadagnato 27 euro… donati in beneficenza perch appunto non erano neppure un recupero spese ๐Ÿ™‚
Questo secondo semestre sono sopra i 30 euro… ma per fine anno credo difficilmente di raggiungere i 50-60 euro.. speriamo ๐Ÿ˜›

phoenix · 26 ottobre 2007 alle 17:25

Concordo con te, caro Traffyk e concordo anche con Luigibio.
E’ penoso dover dipendere esclusivamente da un’ unica tipologia di parametri. Per se i parametri fossero troppi, ci sarebbero alcuni problemi: per esempio tu hai inserito anche Feedburner nell’ elenco di fattori da dover prendere in considerazione. In parte sarebbe giusto perch un blog con Feedburner da dei feed di qualit maggiore (e quindi un servizio migliore ai lettori), per cos facendo si penalizzerebbero quei blog che hanno ottimi contenuti anche non avendo Feedburner.

Quindi per concludere vero che ci vogliono pi parametri da valutare, ma sempre entro un certo limite.

Traffyk · 26 ottobre 2007 alle 23:04

Avrei pensato anche a questo problema Phoenix. Che ne so tipo ogni dato pu avere un valore che varia da 0 a 5… prendendo ad esempio 20 valori da aggregare 20*5 =100. Chi per un motivo o per l’altro non pu essere valutato per un valore prende un punteggio intermedio che pu essere 2,5. Naturalmente aumentando il numero di parametri presi in considerazione si pu ancora diminuire il peso che ogni singolo valore attribuisce all’attestazione del ranking, se poi ci mettiamo anche i decimali in mezzo la scala valori pressoch infinita.

annarita · 27 ottobre 2007 alle 02:57

Ciao, Raffaele. Concordo con Phoenix, in generale. Un parametro che reputo fondamentale per testare la qualit di un blog o sito, oltre ai contenuti, l’accessiiblit e quindi la validazione del Consorzio WRC, poco praticata qui da noi anche da siti che contano.

Una curiosit: ho letto da qualche parte che google non assegnerebbe page rank a siti e blog ospitati da piattaforme free mentre incentiverebbe quelli su dominio a pagamento. Quanto c’ di vero?

Traffyk · 27 ottobre 2007 alle 23:25

La validazione w3c con wordpress e una buona template se utilizzati correttamente si riesce a ottenere quasi sempre per tutte le pagine, tranne che per qualche carattere non proprio valido nel titolo del post o per i nick o messaggi lasciati dai commentatori che a volte lasciano caratteri strani.

Per il secondo caso io lo prenderei per falso perch ho visto molti blog su splinder o spaces.live.com con pr 4 e se no erro anche 5. Poi Google con la sua piattaforma blogger non credo spinga le persone ad utilizzare domini esterni anzi ๐Ÿ˜‰
Credo che quando una persona che fa un sito su piattaforma gratuita comincia a capire che pu monetizzarlo maggiormente avendo acquisito una buona utenza allora si che decide di passare su dominio proprio.. Io ad esempio avevo traffyk.altervista.org e non era un blog ๐Ÿ™‚

annarita · 28 ottobre 2007 alle 12:07

@Raffaele: per il page rank, credo tu abbia proprio ragione perch mi sono visti spuntare questa notte a sorpresa due pr=4 per lanostramatematica e per websomethingelse. Controlla magari Raffa, se hai un minuto, che data l’ora tarda non abbia avuto le traveggole.

Per scientificando, invece, mi era sembrato di aver letto lo stesso pr=4, ma dopo un’ora, ricontrollando l’ho trovato di nuovo a zero!
Mah!

Io non ci credo ancora! pr=4 dopo pochi mesi dalla nascita dei miei blog: websomethingelse nato soltanto in luglio e i due didattici a fine maggio. No! Non possibile….ma come funziona questo algoritmo di Google?

hanna · 28 ottobre 2007 alle 12:57

Hi Traffyk!
I’m back!
Hai un intuito straordinario!
Questo tuo alberino attacca uno dei 13 punti elaborati da me per dar via a un certo traffico..ma di questo, dopo…
Dunque,valutiamo il blog guardandolo e misurando da ogni lato :
1- google PageRank
2- technorati autority, numero di persone che l’hanno favorito,numero di blog reaction
3- “how much” di Dane Carlson, ho misurato abusivamente diversi url con PageRank uguale o popolarit a pari, ma i dollari esposti di Carlson sono diversi per codesti blog,significa che mette parametri diversi per ciascuno (per i pi sfiziosi che vogliono far bella figura, dico che la cifra del valore blog puoi modificarla da 2 mila a 118, ibridando il codice html che ti fornisce il bisnessman,hahaha)
4- popolarit del sito
5- forse alexa,anche se controversa
6- prendere utilit dal blog babel (non tutte misure loro sono importanti,ma i link entrata e uscita,ecc..)
7- fare la recensione del blog a pagamento che pi spassionata invece quella arbitraria fatta gratis
8- mettere punteggio personale di apprezzamento
9- contare i click e impressioni settimanali (escluso proprietario)
10- se possibile, sapere quanto guadagna in pubblicit..
11- ci sarebbe anche qualche punto dai feed (ad esempio burner o dellicious o punteggio dei commenti,che ne so…qui ci vorrebbe un esperto )

Ora, sommare tutto quanto e estrarne la media,cio un punteggio autentico del blog,il suo valore,senza truffe ovviamente..
Dicevo, Traffyk, possibile aprire una scuderia di blog dove puoi guardare l’andamento e puntare le scommesse,come si fa con le squadre di calcio o l’hippica?…
Il resto lo espongo pi avanti, forse hai intuito la mia idea visto che hai una certa virilit d’intelletto!…
e ora alla fine un qualche saluto…?
dai…
xoxo lo stesso

flashmotus · 28 ottobre 2007 alle 13:41

Ma guarda guarda, ed ecco il traffyk, la prof Annarita ed il qui presente flashmotus con blog a PR4… ed adesso? che faccio adotto anch’io linklift??
Nel frattempo, che questo pensier mi rode, faccio i complimenti ai miei amici bloggers ringraziandoli per aver contribuito a questo piccolo ma tanto atteso risultato.

Traffyk · 28 ottobre 2007 alle 14:35

@Annarita
ehehe possibile possibile! Complimenti!! Ormai ci dobbiamo fare i complimenti l’uno con l’altro che senza mezzi subdoli abbiamo raggiunto tutti questo bel risultato. Per sono sempre dell’idea che il pr deve sparire e far post ad un sistema pi completo ๐Ÿ˜‰
Per l’algoritmo ho visto che ti ha spiegato molto bene Flashmotus nel commento sul suo articolo, per maggiori info ti rimando a wikipedia che qualcosa in pi la sa sempre ๐Ÿ˜€
http://it.wikipedia.org/wiki/PageRank

@Hanna
Ciao e grazie!! Il punto 3 del tuo geniale sistema basato sulle reactions di technorati, blogbabel invece non credo proprio sia il sistema pi adatto per la valutazione di un blog fa pena cos come fa pena il pagerank… Ehehe comunque ho capito la tua idea ma attualmente la vedo un po astratta, e poi comunque porterebbe a maggior competizione tra blogger (come se non ce ne fossero). Poi che si usano soldi veri, solo un gioco o cosa?? Aspetto ulteriori notizie poi per progetterai e svilupperai tu il sistema vero ๐Ÿ™‚

@Flashmotus
MMM io lo adotterei, male che vado riperdiamo il pagerank ๐Ÿ˜› Looool

hanna · 28 ottobre 2007 alle 14:56

credo non ci sia il modo di spiegarti,tanto prima o poi ci arriverai da solo…
il mondo dei blog non una moda passeggera,questo il futuro (che arranchiamo indietro al resto del mondo ? questo rende la mia idea astratta?)
bene,
non dicevo di adottare il sistema in vigore di blogbabel,
solo arrubbargli le idee..
poi,come ho esposto,unendo tutti i dati forniti tiri fuori il sistema migliore,unico!
autorevole!
come il televideo di borsa valori,
quotazioni, e valori blog…poi, fai le schedine da 1 euro il mercoled e domenica mattina vedi chi ha vinto (ovviamente utilizzando quel sistema perfetto per misurare il blog elaborato da te)
ci vogliono 3,4 persone,autorizzazioni di stato, ecc..
poi le rendite come in enalotto distribuisci per le tasse,i vincitori e la societ…

…fine prima parte….

annarita · 28 ottobre 2007 alle 15:15

Raffaele, grazie del riferimento a wikipedia. L’unica soddisfazione, se cos si pu chiamare, che il pr=4 venuto cos a sorpresa in quanto per quanto mi riguarda ho solo badato a postare contenuti decenti e a selezionare contenuti altrui altrettanto decenti. Per il resto, non ho l’ombra di adsense sui miei blog quindi le visite non sono aumentate da quel versante e per me, che amministro contenuti prevalentmente didattici ed educativi, questa una soddisfazione!

Forse, come ipotizzava Luigibio, possibile che google abbia reso piu “intelligente” il suo algoritmo cominciando a filtrare…Quoto il passaggio di Luigi, che trovo interessante:

“La mia logica coinclusione che google ha modificato i parametri di calcolo privilegiando qualcosa piuttosto che qualcos

Traffyk · 29 ottobre 2007 alle 02:29

@Hanna parlane nel tuo blog quando avrai focalizzato tutto, sono curioso di vedere come proceder il tutto, l’idea mi stuzzica.. anche se stai sicura non esister mai un criterio di valutazione unico e autorevole in quanto la bellezza-utilit di una cosa un dato prettamente soggettivo e credo concorderai con me che praticamente impossibile riunire tutti sotto la stessa opinione. Ti do un piccolo consiglio, rendi il tutto come un gioco e basta, altro che scommesse e/o autorizzazioni di stato (che non avrai mai…visto il sistema bacato e il monopolio sulle scommesse)..
Un sito di fantablog… sarei lieto di partecipare nell’evoluzione del progetto.. quello di scommesse con soldi veri no perch un pochino ingestibile (almeno in italia).

@Annarita
diciamo che google si avvale di ispettori umani che fanno la spia se vendi link o altro mentre ti lasciano in pace se sei pulito! ๐Ÿ˜‰ Sai l’invidia verso alcuni siti con pr alto talmente esagerata che chiunque si mette a fare la spia alla minima cosa che non va pur di danneggiare quella determinata persona/societ. Dal canto mio invece penso e agisco diversamente, non faccio la spia ma invece cerco di studiare l’avversario (se cos si pu definire) cercando di riproporre i suoi punti di maggior successo migliorati quanto pi possibile.
Ma naturalmente visto che ho solo questo comune blog non mi sbatto pi di tanto a far tutto ci di cui ti ho parlato sopra… Avessi un’azienda allora si ๐Ÿ˜‰

luigibio · 29 ottobre 2007 alle 12:53

@annarita: grazie per la citazione, ma devo correggermi!
Oggi il mio blog generalista ‘quotato’ PR4, mentre ingegneriacivile sceso a PR2. Quindi la mia supposizione non si dimostrata corretta!

Resta per valido il risultato del CTR sugli adsense ๐Ÿ˜‰

markingegno · 30 ottobre 2007 alle 08:23

Rinuncerei volentieri a qualche punto di pagerank o posizioni in classifica, in cambio di piu’ commenti. Non trovo niente di piu’ soddisfacente che scambiare opinioni sugli argomenti che mi interessano.
๐Ÿ˜‰

Alex2000 » di PageRank, di autorevolezza, di classifiche e di altre amenità · 25 ottobre 2007 alle 23:04

[…] spunto l’ho preso dal poliedrico Traffyk che in questo post propone alternative veramente […]

links for 2007-10-26 » Traffyk - I’m driving crazy, Blog · 26 ottobre 2007 alle 16:21

[…] I sistemi di valutazione come il PageRank secondo me sono inutili.. discussioni e alternative […]

Google ed il PageRank impazziscono, la blogosfera lo segue a ruota « Lobotomia & WordPress · 28 ottobre 2007 alle 13:37

[…] buon Traffyk (altra persone che mi sta molto simpatica) nel post I sistemi di valutazione come il PageRank secondo me sono inutili.. discussioni e alternative parla con il suo slito modo piccante delle […]

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: