Wp-Cache e Global Translator, due plugin per WordPress davvero molto utili

folder tempFate grande utilizzo di Widget per il vostro WordPress ed i tempi di esecuzione e caricamento pagina sono immensi? Avete una template grafica molto pesante?
Vorrei segnalarvi che da due giorni sto utilizzando il plugin Wp-Cache e il mio WordPress sembra quasi stare su un server dedicato, certo non voglio esagerare ma realmente avere le pagine web in cache un vantaggio davvero increbile quando si superano le 1000 pagine viste al giorno e quando sei su un server condiviso dove ci sono centinaia di altri siti che succhiano preziosamente la CPU.
Poche precisazioni da fare, una volta installato e attivato il plugin andate in Opzioni / Wp-Cache e attivate definitivamente Wp-Cache, nel caso dovesse dire che non potete abilitarlo ricordatevi di disattivare la compressione Gzip da Opzioni / Lettura, con la cache davvero non sentirete la mancanza di Gzip attivo poi ci serve disabilitato per poter utilizzare il secondo plugin di cui sto per parlarvi. (Se non ci credete provate a fare un giro tra le pagine di questo blog e fate degli aggiornamenti anche della stessa pagina per verificare).

italian english flag

Il secondo plugin di cui vi parlo Global Translator che vi permette di tradurre automaticamente in pi lingue il vostro blog utilizzando gli strumenti per le lingue di Google oppure Babelfish di Yahoo (in attesa un rilascio per correggere il cambio indirizzo delle api di BabelFish). Accomunato con il primo plugin per due peculiarit:
Necessita di gzip disabilitato e anche lui crea una cache delle pagine tradotte per risparmiare molto tempo di esecuzione e ricevimento della pagina.
L’installazione semplicissima basta attivarlo e configurare le poche opzioni come pi vi conviene (utilizzate Google per il momento, almeno fino al prossimo rilascio) e posizionate nel vostro tema il seguente codice:
<?php if(function_exists("build_flags_bar")) { build_flags_bar(); } ?>

Cercate di inserirlo in una posizione corretta e scegliete possibilmente di usare dei div anzich le tabelle πŸ˜‰

Per oggi tutto, qualsiasi domanda sono a vostra disposizione πŸ™‚

Tag: ,

13 Commenti a “Wp-Cache e Global Translator, due plugin per WordPress davvero molto utili”

  1. flashmotus ha detto:

    adottero sicuramente Global Trasletor, l’ho scaricato gi da tempo in attesa di potermi dedicare con calma alla sua installazione e giunge a proposito questa tua descrizione che mi incoraggia. Colgo l’occasione per segnalare l’upgrade del servizio traduzioni di google http://translate.google.com/translate_t con la nuova funzione di ricerca tradotta e l’ancor pi interessante Dizionario. πŸ˜‰

  2. Traffyk ha detto:

    Ciao Paolo ti consiglio di non sottovalutare Wp-Cache e di provar anche quello, noterai la differenza πŸ˜‰

  3. Francesco ha detto:

    Ottimi plugin.

    Stasera provo wp-cache!

    Sono davvero curioso di vedere la differenza nel mio blog.

    Francesco

  4. Danilo ha detto:

    Fine settimana prover Global Trasletor, magari ti chiedo un aiutino.
    Per quanto riguarda wp-cache non credo che mi serva, visite ancora basse.

  5. stenet ha detto:

    WP-Cache lo uso gi da parecchio mentre per quanto riguarda Global Translator, come traduce?In modo soddisfacente?

  6. Traffyk ha detto:

    Wp-Cache soddisfa anche siti con 10 visite al giorno, soprattutto il webmaster che spesso deve rivedere molte pagine di quello che scrive.

    @Stenet
    vedi tu stesso, sopra a destra c’ la bandierina ITA/ENG, non proprio molto in vista perch la parte inglese mi interessa ad averla soltanto indicizzata che spesso porta buone visite πŸ˜‰

  7. Giorgio Zanetti ha detto:

    Ciao Traffyk, ho sempre letto che WP-Cache era consigliato solo ai blog super-visitati. Il mio sta su una vps e non supera le 1000 pagine viste al giorno, per cui non ho mai pensato di testarlo. Dici che ne vale la pena comunque?

    Ho una decisa allergia per gli attuali traduttori automatici (speriamo in futuro le cose migliorino): credo siano utili solo con le lingue completamente sconosciute. In caso contrario meglio fare da soli, cercando di intuire il senso del discorso. Non sono un mago in inglese, ma utilizzando i dizionari online (ne ho pi di uno nella search bar di Firefox) per le parole che non conosco, non ho quasi mai problemi. Quando ho ceduto alla pigrizia, mi sono reso conto che le strampalate traduzioni letterali dei traduttori automatici mi portavano spesso fuori strada. Preferisco non essere letto piuttosto che frainteso. πŸ™‚

  8. kit ha detto:

    io penso che comunque quelle traduzioni siano davvero scadenti….per quanto riguarda il primo non saprei cheddire…tanto pi che, non dico di aver un server dedicato, ma quasi. πŸ™‚

  9. kit ha detto:

    in effetti davvero veloce….

  10. Traffyk ha detto:

    @Giorgio Zanetti
    Ciao non pensavo stessi su una VPS πŸ˜€ Beh visto che ti avvicini a una soluzione quasi dedicata ne avrai sicuramente poco bisogno, per un sistema di caching consigliatissimo per tutti. Soprattutto per chi fa grossi numeri giornalieri.

    Riguardo invece alle traduzioni e qui rispondo anche a @Kit
    io lo utilizzo soltanto per generare pi pagine viste, tanto basta per ottenere qualche soldino in pi dal keyword advertising che sulle parole inglesi pi coperto. La qualit si scadente per posso dire che babelfish traduce meglio di google soltanto che ora deve essere rilasciato l’aggiornamento di global translator perch babelfish ha cambiato le api.

    Non prendo in giro gli italiani ma almeno posso permettermi di prendere in giro gli stranieri πŸ˜€ eheheh speriamo non mi traduca bene questo pezzo.LOOOL

Lascia un Commento