La nuova pietra miliare di internet un numero, 09 f9 11 02 9d 74 e3 5b d8 41 56 c5 63 56 88 c0

Spread the Hex Code 09 f9 11 02 9d 74 e3 5b d8 41 56 c5 63 56 88 c0Qualche giorno fa, senza il clamore di questi giorni, un hacker ha pubblicato la chiave (o meglio una delle chiavi) che i lettori di HD DVD (DVD in alta definizione) usano per mostrarci in tutto il suo splendore film o altri contributi su questi nuovi supporti DVD. La notizia, come si sa, ha subito fatto il giro del mondo su internet diventata l’esempio di come la difesa degli interessi degli editori sia poco efficace e anche poco sensata in questi tempi. Questo fino a pochi giorni fa quando la RIAA (l’equivalente della nostra parassitaria SIAE) ha iniziato a dire ai maggiori siti che quel numero (09 f9 11 02 9d 74 e3 5b d8 41 56 c5 63 56 88 c0 in base16 esadecimale) era una propriet intellettuale che apparteneva ai suoi soci e che quindi non si sarebbe potuta pubblicare senza violare la legge (americana) sulla tutela del copyright.

Per chi si ricorda, un fatto analogo avvenne con l’avvento dei primi DVD-Video quando un hacker norvegese di 16 anni – DVD Jon – scopr la chiave per decrittare il contenuto di DVD e apr cos la strada alla masterizzazione e la copia dei contenuti di DVD. Segu una battaglia legale che sanc la possibilit per chiunque di pubblicare e distribuire la chiave scoperta dal giovanotto (che ne usc immacolato).

Adesso la storia si ripete ma questa volta le novit sono le armi utilizzate armi e gli attori coinvolti. La parola d’ordine adesso copyright e chi sta difendendo, come la RIAA, il suo diritto a imporre tasse immotivate sta usando una legge USA piuttosto giovane (approvata dall’amministrazione Bush) che tutela il copyright e dice che quel numero ( un numero esadecimale) propriet intellettuale coperta appunto dalla legge sul copyright e ha comunicato a tutti gli editori pi grossi (ma presto se la prender con gli altri che hanno violato il loro “diritto”) di non pubblicare e rimuovere tutti i riferimenti a questo numeretto.

Fin qui lo schema il solito, il problema che nel 2007 ci sono i social network che la fanno da padroni e l’user submitted content (contenuto inviato dagli utenti) lo strumento pi cool del momento (e del futuro). Di conseguenza non appena alcuni editori hanno iniziato a cancellare i contenuti che riportavano il numeretto gli utenti hanno iniziato una rivolta e l’hanno combattuta con diverse armi (la foto del post il numero tradotto in colori), esiste addirittura un sito che fa le magliette.

Al di l di chi sar il vincitore (sicuramente il pubblico, mettere il copyright su un numero e perseguire chi ne parla duro da spiegare a un tribunale) sicuramente ci sono gi gli sconfitti: i social network mediati come Digg (oltre ovviamente anche alla RIAA ma quella non fa testo, non serve a nulla e presto verr smantellata, speriamo che succeda con la nostra SIAE e che i suoi dipendenti debbano cercarsi un lavoro e non vivere sulle spalle della gente).

Digg ha iniziato a cancellare tutti i post relativi a questa chiave e si trovato da un lato a deludere profondamente i propri lettori (su Digg gli utenti inviano le storie pi interessanti che trovano on line e gli altri utenti le “votano” e sulla base di questi voti le notizie vanno in prima pagina o meno, un po’ come se un giornale fosse fatto dai lettori) e dall’altro a snaturare il suo scopo che non quello di sopravvivere ma di offrire ai lettori un luogo senza censura (se non condivisa, pubblica) e dove le notizie appaiono secondo il giudizio dei lettori. Ovviamente il tutto senza evitare che il materiale copyrightato fosse pubblicato in tutto il web (Tecnoduo fa la sua parte pubblicandolo).

La battaglia non finita e le posizioni cambieranno per molti ma quella che c’ appena stata la prima (o la pi clamorosa) rivolta elettonica. Internet ha cambiato i rapporti tra le persone e le entit immateriali (le societ, i governi) dando molto pi potere nelle mani della gente. Ci si pu ancora comportare come se queste cose non fossero ancora successe?

via | Tecnoduo.com

Tag:

Lascia un Commento