Roma,famiglia slovacca vive in una casa di bottiglie

Da Roma, dal quartiere Nomentano, arriva una storia di povert estrema. C??? una famiglia slovacca, formata da padre, madre e due figli, che vivono in condizioni assolutamente disagiate. Non avendo i soldi per permettersi una casa ???normale???, si sono dovuti ingegnare in qualche modo, per dare riparo ai propri figli. E sapete che cosa hanno fatto Anna e Joseph: hanno costruito una casa di bottiglie. La potete vedere nell???immagine.

Sono sette anni che questa famiglia slovacca vive tra la ferrovia e il fiume Aniene. Sono poveri, ma non per questo hanno abbandonato ogni speranza di poter condurre una vita ???normale???. Ecco allora che con un po??? di cemento e un po??? di bottiglie hanno messi in piedi questa casa alta due metri, dove entra l???acqua e dove durante l???inverno fa molto freddo. ???Abbiamo amici che bevono molto, abbiamo chiesto loro di aiutarci e lo hanno fatto fornendoci le bottiglie???. L???interno completamente arredato dai disegni dei bimbi. Ad aiutarli, oltre ai servizi sociali, c??? anche una signora ottuagenaria che abita l di fronte. Chiss quante storie come questa ci sono in Italia.

Commenti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: